martedì 29 maggio 2012

E poi... arriva Giorgia, così la felicità

Sono ancora tante le esperienze legate ai WMA da raccontare ma, in una giornata per me brutta come questa, sento il diritto/dovere di parlare solo di qualcosa di bello, anzi di bellissimo. Giorgia. Mea culpa, tanto è stata improvvisa la decisione di andare a Verona che nemmeno conoscevo la lista degli ospiti: impossibile dirvi cosa ho provato quando mi è stato fatto il nome di Giorgia. La seguo dall'inizio della carriera e come lei stessa mi disse una volta, a Ravenna, ci siamo visti crescere rispettivamente, lei da sopra un palco, io guardandola. Giorgia è una di quelle persone la cui integrità e verità andrebbe tutelata: la trovo così vera, profonda e sincera da sfuggire ad ogni definizione se non quella di anima pura e bellissima

me & Giorgia

Chi mi conosce bene sa che esiste una canzone che mi rappresenta totalmente ed è "Parlo con te": ho avuto, qualche tempo fa, la fortuna di poter parlare a 4 occhi con Giorgia e di poterle dire che, in questa canzone, ha messo per iscritto tutto quello che nemmeno io sapevo di poter dire di me. Tornando alla giornata veronese, l'incontro è stato tanto inaspettato quanto avventuroso: diciamo che, volendo raccontarlo come una favola, c'è stata una lunga corsa..una discesa infinita verso il centro della terra e poi un'apparizione ed un sorriso che hanno spento ogni tormento, ogni fatica. 

Giorgia @ WMA

Io voglio davvero bene a Giorgia, anche se la cosa può far ridere a chi legge ma.. chissefrega. Esiste forse qualcosa o qualcuno che possa darci limiti verso chi amare? E poi come non potrei portare nel cuore chi, al mio grido "sei bellissima", risponde con "Anche tu.."?!

Giorgia @ WMA

Nessun commento:

Posta un commento