mercoledì 9 ottobre 2013

Cher, Cher: perché sei tu, Cher?

Posso non lasciarmi ispirare dalla storia di Giulietta e Romeo quando proprio ieri ho incontrato Cher nella casa della Capuleti?! Ma andiamo con ordine! La trasferta veronese per assistere al concerto evento di Gianni Morandi è andata alla grande: partita a metà di una grigia e freddissima mattinata per poi concludersi con trionfali incontri, risate e mille emozioni a ritmo della musica. Dimentico di dire che son partito per questa ennesima missione senza aver il biglietto per lo show ma dopo aver percorso non più di due metri a ridosso dell'Arena di Verona un'offerta "last minute" è arrivata a me.. e pur avendo donato un rene per potermelo permettere ne è valsa la pena, eccome. 

Cher live @ Arena di Verona
Sotto l'hotel che ospitava Cher incontro i miei due nuovi angeli custodi, Jennifer e Paulette, con le quali si parla, si ride e ci si scambiano complimenti. Ad esempio non sono passati inosservati i miei capelli pettinati diversamente rispetto ai giorni prima: ho motivato il fatto dicendo che non posso permettermi le parrucche che una loro amica custodisce.. A metà pomeriggio iniziano le prove in Arena e vi assicuro che nel momento in cui Cher ha aperto bocca intonando "Bang Bang" l'intera piazza ha tremato. E'stato bellissimo, già in quel frangente, sentire l'aria piena della sua voce in un luogo già di per sé così magico da amplificare ogni sensazione. 

Cher backstage @ Arena di Verona
Terminato il soundcheck, la Divina si dirige verso l'auto che nel backstage blindato la stava aspettando ma, complice la mia altezza, riesco comunque a farmi vedere, chiamandola, e lei non perde occasione per regalare un sorriso ed un saluto che sarebbero già bastati a rendere la giornata perfetta. Tutto a posto, dunque: il biglietto ce l'ho, i miei amici sono lì con me, l'Arena ci aspetta, la voglia di emozioni è a mille.. ma può bastare? No. 

Cher visiting Giulietta's house
Bisogna, infatti, far visita -correndo- alla Casa di Giulietta: dopotutto il giorno precedente non ho perso occasione di suggerire quel luogo per una visita sia alle assistenti di Cher che alla diva stessa. Come non detto: lei è lì, che si perde tra i turisti ignari della leggenda che passa loro accanto.. si guarda attorno, ammira, poi il suo sguardo incrocia il mio -paralizzato contro una parete, incapace di muovere un solo muscolo del corpo né tanto meno di respirare- e scatta una risata, un sorriso, una stretta di mano accompagnata da un "Oh my God!!! How are you?". Non ho avuto la prontezza d riflessi per dirle che forse ero già morto, che ero in paradiso. La gente la riconosce, lei vorrebbe fermarsi a guardare le vetrine ma la sua scorta la obbliga a dirigersi verso l'auto e, sebbene sotto la pioggia, Cher trova il tempo di scattare due foto col mio amico Gaetano contrariamente ai voleri della bodyguard. 

Cher live @ Arena di Verona
In stato di grazia, volando, mi ritrovo all'Arena: tutto bello, non piove nemmeno, lo spettacolo inizia e scivola via veloce. Poi arriva il momento clou: la scritta Cher appare sui monitor, trionfale eccheggia l'intro di "Bang Bang" e lei, mozzafiato, fa il suo ingresso in uno dei contesti più spettacolari al mondo. Mi spacco le corde vocali da quanto grido e non posso riferire i miei apprezzamenti nei confronti di questa strepitosa creatura poiché poco consoni ad un blog: sento la sua voce ovunque, rimbomba dentro, e lei è lì davanti stupenda, perfetta. 

Cher live @ Arena di Verona with Gianni Morandi
Evito commenti sul trattamento che le è stato riservato perché, pure questi, poco appropriati a questo spazio: mi limito a parlare dell'emozione che mi ha animato, che mi fa sentire vivo. Parte "Woman's world", arrivano le ballerine e lei è incredibile: più bella di chiunque altro, tutto le scompare attorno quasi ad aver tramutato l'Arena ad una piccola stanza in cui vedere un sogno respirandone la realtà.

Cher live @ Arena di Verona
Cher, la musica, una grande palco, la bellezza: ci sono tutti gli elementi che la contraddistinguono. Così come la mia gioia incontenibile, la consapevolezza, ancora una volta, di essere veramente fortunato perché inserito dentro ad un sogno, nella realtà che ho desiderato ed atteso. 

Cher live @ Arena di Verona
Tutto è stato incredibilmente vicino alla verità, per citare l'ultimo album: verità relativa al fatto che vivere il proprio amore, curare la propria passione, sono gli esercizi cui dovremmo essere chiamati a fare ogni giorno, ogni secondo. 

Cher live @ Arena di Verona
Cher live @ Arena di Verona
Cher live @ Arena di Verona

10 commenti:

  1. Complimenti! Bellissima esperienza!
    E scrivi molto bene :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Expression!!! Scrivo così come penso e vivo le mie esperienze.. non cambio mai una virgola di quello che il cuore mi detta!

      Elimina
  2. pier paolo podestà9 ottobre 2013 06:42

    Bravo Marco...belle foto, bella recensione, bella Cher! ;)

    RispondiElimina
  3. Cucciolodicarta9 ottobre 2013 14:49

    Grande Marco!!!!!!! <3 <3 <3

    RispondiElimina
  4. Ciao Marco ti seguo da un pò di tempo, sempre invidiandoti le tue super amicizie polvere di stelle! Beato te!!!! Io mi chiamo Kevin e pensa: anch'io sono romagnolo!!! Di Glorie prov Ravenna conosci? Nn ti ho mai scritto xké pensavo ke te non avevi tempo x leggere tutti i commenti, ma questa volta voglio salutarti e dirti ke leggendo i tuoi post sulla mitica Cher ho pianto tanto,mi sono chiuso in camera sentivo lei cantare in cuffia e leggevo i tuoi post,è stato fantastico!!! Grazie xké ho capito ke se te ci sei riuscito a fare i tuoi sogni magari domani anke io posso. Xò io non farei il fotografo ma lo stilista che è sempre stata la mia "grande passione"!!! :-))) Da piccolo rubavo le barbie della Marcy, mia sorella (cioè Marcella) per farci i vestitini!!! mamma mia, mi viene da ridere a ripensarci. Ridere, piangere... la vita è un continuo cambiamento!!! Ma adesso non voglio annoiarti coi miei pensieri "filosofici"!!! Grazie ke mi leggi. Ti scrivo ancora e ti voglio bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Kevin!!! avercene di commenti come questo! Grazie di cuore, è bellissimo sentirsi capiti e nelle tue parole comprendo la passione che ti anima e che, nel mio caso, mi ha portato a realizzare molto più di quello che i sogni stesi mi abbiano mai mostrato. Non demordere mai, per nessuna ragione al mondo: e soprattutto NON ascoltare mai chi ti dice che NON puoi fare qualcosa o di volare basso... devi esagerare nella vita e nei sogni! Così da avere ancora più forza e voglia di realizzarli!

      Elimina
  5. Ciao Marco grazie ke mie hai risposto ieri, mi serviva tanto, sn giu xké mio padre non vuole ke faccio lo stilista, dice ke è roba da donne e ke alla mia età devo pensare alle ragazze come faceva lui. Lui per me dice così xké mia nonna faceva la sarta e poi mi dice sempre nn fare la femminuccia quando parli e io ci resto tanto male, se sono così nn lo so se è colpa mia. Scusa lo sfogo, so ke nn hai tempo di rispondere nn t preoccupare, cercherò di fare come dici tu ed insistere con i miei sogni anke se è tanti tanto difficile. Il tuo Kevin triste

    PS: lo sai che ankio ho conosciuto una persona famosa in vacanza a Iesolo quando ero bambino c'era un bimbo biondo tedesco ke giocava con me. Adesso siamo amici fa il trombettista di una band ke va anche in televisione in Germania!!!!!!! E' molto bravo e famoso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kevin, mi spiace molto per la questione i tuo padre.. posso solo dirti che ti capisco. E, visto che stiamo scrivendo sotto un articolo dedicato a Cher, una cosa che lei dice sempre è . MAI CREDERE ALLA PAROLA NO. Quindi, credi in te e in quello che vuoi fare! Un bacio

      Elimina