martedì 29 aprile 2014

Il talento in tv? Si può fare!

Non solo è il mio slogan da quando ho memoria ma, da ieri, il titolo del nuovo show di Raiuno che, dopo l'anteprima di lunedì 28 aprile, sarà trasmesso in prima serata ogni venerdì. 

Amanda Lear
"Si può fare" è, sin dalle sue radici, un esperimento che miscela tutto quello che di migliore e più vicino alla perfezione artistica la tv abbia mai partorito nei suoi ultimi decenni: alla conduzione di Carlo Conti (fresco, fresco confermato nuovo presentatore del Festival di Sanremo), infatti, è affiancata la presenza di Amanda Lear, Pippo Baudo e Yuri Chechi in qualità di giurati. 

Carlo Conti, Amanda Lear, Pippo Baudo
Una formula apparentemente semplice quella di "Si può fare" che vede 12 concorrenti noti sfidarsi in discipline ben lontane dai talenti che li hanno resi celebri: sport acrobatici, musica, balli ed abilità da giocoliere si intrecceranno nel corso di 5 prime serate per far divertire il pubblico all'insegna del buon gusto e del divertimento più genuino. 

il cast
La garanzia degli intenti viene infatti sottoscritta dalla giuria che, mettendo per un attimo da parte il "signore degli anelli" Chechi, riporta Amanda Lear e Pippo Baudo a sottolineare a suon di sapienti parole il ruolo che il talento e la preparazione artistica hanno da sempre -e dovrebbero ora- governato le leggi dello spettacolo. 

Ammirare la bravura, dunque, sarà lo spettacolo al quale saremo chiamati ad apprendere: è così raro, ad ora, trovare lo spessore nei contenitori televisivi cui siamo sottoesposti che qualche telespettatore di fronte alla proprietà di linguaggio di Conti, all'ironia di Amanda Lear e al bagaglio culturale di Baudo potrebbe pensare che, al giorno d'oggi, aver talento... sì, si può fare.

Pippo Baudo, Amanda Lear
Carlo Conti
La conferenza stampa
Maria Amelia Monti
Federica Nargi
Luca Marin


Nessun commento:

Posta un commento