martedì 30 luglio 2013

Da Tripoli al Paradiso insieme a Patty Pravo

Ogni volta che si scrive di Patty Pravo si parla di storia. Ma anche di presente. E soprattutto di futuro. Perché in pochi possono vantare influenze apportate alla cultura del nostro Paese attraverso il proprio modo di fare arte, in pochi possono esistere oggi con la stessa forza, la stessa intensità, lo stesso spessore di allora. 

Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty è questo: il passato che era già futuro poiché anticipatrice delle mode, delle correnti, delle idee, è un presente che guarda al futuro accompagnando generazioni, facendole crescere annullandone le differenze. 

Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
C'è chi, per far musica, deve ricorrere a scandali, alla stravaganza, alla materia che non appartiene alle note: poi c'è chi può permettersi di essere avanti, all'avanguardia, semplicemente essendo quel che è. Proteggendo la propria individualità in funzione del canto, della musica, come terreno su cui costruire una vita. Una leggenda. 


L'ennesima conferma la si ha avuta ieri sera, ad Arconate (Milano), dove Patty Pravo ha incantato una piazza colma all'inverosimile portando in scena il suo ultimo tour in cui le magie di allora, "Tripoli", "Pazza idea", "Morire tra le viole" per citarne alcune, hanno fatto da ponte alle emozioni di oggi, come quella "Luna" che Vasco Rossi le ha regalato. 

Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Un vero e proprio "paradiso" musicale quello di Patty Pravo, sempre e sempre più intenta a vivere la propria singolarità artistica ed umana quale simbolo di innovazione, liberazione, desiderio e divertimento. Una eterna "bambola" che con la sua musica non conosce la barriera del tempo: la bellezza dell'arte, infatti, non passa.

Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini 
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini
Patty Pravo live 2013
photo: Marco Piraccini

sabato 27 luglio 2013

Con Mengoni è.. "bellissimo"


Forse per essere bravi critici bisognerebbe saper trovare un difetto, la nota stonata, l'incomprensione o la scelta sbagliata. Io professo, dunque, la mia intenzione di non essere un professionista del mestiere poiché ho trovato e trovo Marco Mengoni e il suo modo di fare musica assolutamente perfetti. 


Tutto esaurito a Cervia per l'unica tappa romagnola de “L'essenziale Tour”: un successo annunciato che non fa altro che confermare il momento idilliaco di Marco Mengoni, sempre più “pronto a correre” verso una consacrazione che non va più sognata, ricercata, quanto naturalmente attribuita dalla gente che lo ama, lo cerca, lo interpreta come filtro di emozioni altrimenti difficili da vivere e cogliere. 


Marco Mengoni rappresenta il nuovo che avanza, ma anche il passato che viaggia verso il futuro, la novità che genera dalla consapevolezza che il talento è dote da preservare, allenare, sviluppare.


Sul palco Marco dimostra maturità, sicurezza: padroneggia la voce con la stessa facilità con cui si impossessa delle note rendendole concrete, tangibili, si muove conscio dell'aria che fende con il canto prima, e col corpo poi. 


Le canzoni che compongono la scaletta del concerto scivolano via veloci, senza sosta, come un viaggio sulle montagne russe che passa dalle vette del divertimento alle profondità della solitudine, del raccoglimento, della riflessione: “Bellissimo”, “In un giorno qualunque”, “20 sigarette”, “Pronto a correre”: sono tanti i tasselli che minuziosamente compongono lo spettacolo perfetto rendendolo tale grazie all'umiltà e alla voglia di tributare l'amore, l'affetto, la stima che unisce le oltre tremila persone scese in piazza unite nella passione per la musica. 


Io e chi è su questo palco non saremmo un cazzo senza di voi” sostiene il cantante dal palco: anche solo per la schiettezza tipica delle anime vere, intense, non si può, dopo aver assistito ad un concerto di Marco Mengoni, non sentirsi pronti a correre verso la voglia di vivere. 


Per sognare, certo, e per poter rivivere, un giorno, le stesse, identiche emozioni che in una caldissima notte d'estate hanno acceso ancor di più la temperatura poiché provenienti da un cuore che batte. E batte fortissimo. Un cuore di nome Marco.














venerdì 12 luglio 2013

E io penso a... Spagna

E' sempre bello tornare a casa. Lo è ancora di più quando è estate e, da una grande città, si torna al mare. Per non parlare, poi, di quando a poche centinaia di metri da casa tua il comune ha deciso di organizzare un concerto celebrativo degli anni '80... proprio la sera in cui torni. E che dire del momento in cui, già beato per l'aria fresca che arriva dal mare, felice perché i tuoi sensi si riappropriano delle natie radici, scopri che sta per esibirsi chi, più di ogni altra, ha fatto da colonna portante agli ultimi 20 anni della tua vita? 

Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
Insomma, per tutta questa serie di motivi così come per la bellezza di ascoltare e fotografare chi ami, nuovamente nel giro di poche settimane mi sono imbattuto in Ivana Spagna, nella cantante ma ancor più persona che ha influenzato i miei pensieri, le mie idee, la mia formazione (nel bene e nel male: a lei attribuisco la mia cocciutaggine ma soprattutto la mia pazienza -arma a doppio taglio) dall'infanzia ad ora. I

Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
n lei, nelle sue canzoni, nel suo mondo fatto di amore ma anche di divertimento, nelle sue solitudini da cui trarre forza, creatività, da quei silenzi che divengono musica, da quelle musiche che poi si trasformano in inni sino a far parte integrante di te, del tuo agire, del tuo pensare. Volendo o nolendo. 

Spagna & Dora Moroni @ I Love City
photo: Marco Piraccini
In lei e nelle persone che grazie a lei sono diventate tasselli magnifici e preziosi di una vita: le amicizie vere, quelle che nascono, esplodono, si sgretolano per poi rifiorire e prendere nuovamente vita come moderne arabe fenici. Io, lei, i sorrisi, talvolta le chiacchere ("Lo sai che sei identico a Gabriel Garko?" mi ha detto: non fosse perché sono conscio della sua bontà penserei in una colossale presa in giro!), gli amici, la musica.. tutta quella "gente come noi" e che come noi vive di sogni e per i sogni, aggrappandosi ad ali di illusioni. Noi che siamo prigionieri liberi... ma sempre e comunque "donne facili" desiderose di vivere di emozioni.

Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini
Spagna live @ I Love City
photo: Marco Piraccini

La macchina del tempo chiamata Cristina D'Avena


Ho avuto la fortuna, l'immensa fortuna di essere nato in un periodo in cui era ancora possibile crescere con modelli di riferimento improntati alla semplicità, al divertimento sano ma soprattutto alla fantasia. Preistoria? No, poco più di 30 anni fa. 

Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena era, è uno di questi modelli: inevitabilmente appartiene alla maggior parte della mia vita e di chi, prima, insieme e dopo di me, si è lasciato cullare dalla voglia di credere alla magia, ai sogni. Cristina D'Avena è un'istituzione e di questo non si discute: regina della tv attraverso le sigle che scandiscono i ricordi di una vita, questa incredibile creatura ha saputo fermare il tempo, come accade spesso nei cartoon che canta, e trovare la formula magica per emozionare, divertire e colorare l'intero mondo che conquista brano dopo brano, disegno dopo disegno, incanto dopo incanto. 

Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Un mondo davvero bello, vero, tangibilmente ricco di sensazioni dalle quali trarre felicità: Cristina D'Avena rimane la stessa, non cambia, e per tutti noi che l'ammiriamo sbalorditi è come tornare indietro riscoprendo la parte più vera che abbiamo dentro, quella pura, intaccata dalla mediocrità, quella componente segretamente custodita nella nostra verità più bella. Da rintracciare, respirare, ricordare e fortificare. 

Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini

Insieme ai Gem Boy la D'Avena porta in scena 30 anni di storia e lo fa con l'ironia che solo alle persone autentiche appartiene: da una "Georgie che era Giorgio" ai 234 folletti che in realtà erano molti di più prima di essere stati calpestati dalla stessa Cristina, in quasi 2 ore di spettacolo ci si diverte, ci si emoziona, ci si stupisce. 

Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Ma soprattutto si canta, dalla prima all'ultima nota, lasciando sfogare il bambino che vive in noi: per non dimenticarlo mai più. 

Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini
Cristina D'Avena e Gem Boy show @ Carroponte
photo: Marco Piraccini

sabato 6 luglio 2013

La notte tinta di musica rosa

E' bellissimo festeggiare il capodanno in piena estate: con la Notte Rosa è possibile. Sia lodata la Romagna che da anni organizza un evento in grado di catalizzare l'attenzione di milioni di turisti proponendo un festeggiamento continuo lungo tutta la sua riviera nel corso del quale è la musica in tutte le sue manifestazioni ad essere protagonista. 

Paola & Chiara
photo: Marco Piraccini
A Cesenatico è stata Radio Bruno a lanciare la sfida portando in scena un concertone promosso a pieni voti. Non tanto per il cast proposto quanto per la varietà della musica suonata e cantata: non c'è niente di più curativo, in un momento come questo, della dimensione quasi onirica che le note riescono ad evocare; nel momento in cui migliaia di persone cantano all'unisono i successi di ieri, quelli di oggi e di domani, è impossibile pensare a qualcosa se non al bello, al sollievo. 

Dolcenera
photo: Marco Piraccini
Dunque ben venga la grinta di una ritrovata Dolcenera, magnetica nel suo look lesbo-chic, che riproponendo i suoi successi ha toccato le corde più profonde degli animi con una più che mai sentita “Com'è straordinaria la vita” (a dispetto di quel che stiamo vivendo), in attesa del nuovo album di inediti in arrivo a fine anno. 

Baby K
photo: Marco Piraccini
Felicissimo di aver scoperto l'energia della giovanissima rapper Baby K, davvero trascinante sul palco ed un concentrato di vitalità ed entusiasmo al di fuori, artista che senza l'opportunità concessami dalle Notte Rosa avrei probabilmente ignorato. 

Ron
photo: Marco Piraccini
Capita anche che talenti in erba come Greta, appena partorita da “Amici”, si alternino ai grandi classici di cantautori come Ron, Arianna direttamente dall'America (…..), ai tormentoni firmati dal geniale -e davvero bello- Antonio Maggio, grande e forse unica scoperta artistica di spessore di questo 2013, e ancora Antonella Lo Coco (unica nota positiva di X-Factor degli ultimi anni) e il suo "Cuore scoppiato". 

Antonio Maggio
photo: Marco Piraccini
Non c'è estate, però, senza divertimento, senza il ballo, senza la forza trascinante di canzoni che impediscono l'immobilità e ti costringono a cantare, a divertirti: ecco il caso di Paola & Chiara, sempre bellissime ed impeccabili nel loro riuscire a sdoganare i limiti del buonismo artistico italiano in favore di un'internazionalità che in pochi sanno osare. 

Paola & Chiara feat. Razza Krasta
photo: Marco Piraccini
Con loro, con le loro hit, per me si è conclusa un'altra grande esperienza: con tanta gioia dentro, con la consapevolezza che in ogni sorriso incontrato nel pubblico si nasconde una speranza.. con la certezza che nonostante le difficoltà che le circostanze impongono all'animo.. se tutto finirà, noi divertiamoci.

Antonella Lo Coco
photo: Marco Piraccini

Dolcenera
photo: Marco Piraccini
Greta
photo: Marco Piraccini
Antonio Maggio
photo: Marco Piraccini
Baby K
photo: Marco Piraccini
Chiara Iezzi
photo: Marco Piraccini
Paola Iezzi
photo: Marco Piraccini