sabato 29 giugno 2013

Il diritto di abbattere l'ignoranza

Riconoscere diritti non ne toglie agli altri: semplicemente toglie spazio all'ignoranza. E' con questa consapevolezza che ho salutato il gay pride di Milano dopo essermi emozionato e commosso per l'assoluta naturalezza in marcia per le strade accompagnata da sorrisi che nascondo un grido di indignazione verso la paura che domina imperante.

photo: Marco Piraccini
Mamme, papà, bambini e persino nonne: non mancava niente e nessuno -persino cani col collare arcobaleno- nella lunga marcia che ha squarciato col colore il centro milanese mostrando quanto forte sia l'amore, quanto ingiusto ed ignobile il suo riconoscere classificazioni di serie b e persino c.

photo: Marco Piraccini
"E' l'amore che crea la famiglia" si legge nelle t-shirt di un gruppo di bambini mano nella mano coi loro genitori e rispettivi/e e compagni/e: siamo nel 2013 e c'è ancora bisogno di manifestare per dirsi orgogliosi di chi si è? Si. Avanti si va.. e si fa: contro l'ignoranza, contro chi ha semplicemente paura di chi è felice, di chi sa amare senza timori.

photo: Marco Piraccini
Perché chi abbassa gli occhi, chi può dirsi infastidito dall'amore che lega due persone perché "diverso" da quanto insegnato al catechismo non fa altro che dimostrare i propri limiti: se soltanto si avesse il coraggio di amarsi, di capirsi e di avere voglia di essere sinceramente felici.. allora l'ignoranza sarebbe soltanto un vocabolo da leggere sul dizionario. Al momento rimane una fastidiosa presenza in una realtà costretta a cambiare.


Perché la normalità, appunto, deve, dovrà, saprà esprimersi.

photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini 
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini

Ciao, Margherita!

E' tristissimo svegliarsi ed apprendere che non c'è più: l'umanità tutta è stata privata, ancora una volta, di un'immensa ricchezza poiché Margherita Hack se ne è andata. Forse in cielo, verso le stelle che l'hanno guidata in questi 91 anni e che l'hanno ispirata sino ad essere, col suo genio, modello per tante, tantissime persone. Poiché libera, coraggiosa, semplice e forte: da sola contro tutti, o con tutti verso l'ignoto.


E' bello, però, sapere che nei rari casi in cui una persona riesce, attraverso la vita, a cambiare il corso del pensiero, ad aprire nuovi orizzonti, la svolta messa in atto rimane in eterno: così come quel suo sorriso così intenso e spontaneo da confinare, spesso e volentieri, nella presa in giro che non posso né mai potrò dimenticare.
Ho avuto la fortuna di incontrarla, parlarle ed ascoltarla tante volte negli ultimi anni (QUI un video) ed una volta, a pranzo con lei e la mia famiglia, ci ha raccontato di come sino a poco prima giocasse ancora a pallavolo nella squadra del suo quartiere. Si: proprio così. Dopotutto, chi deve essere a definire i limiti? Margherita non ne ha avuti. Per questo le dico grazie!
"Il progresso della conoscenza avviene perché noi possiamo basarci sul lavoro dei grandi geni che ci hanno preceduto".




giovedì 27 giugno 2013

Quel che resta della fashion week

Conclusasi da poco più di 24 ore.. mi chiedo: cosa rimane della settimana della moda? Smontate le passerelle, svuotati gli spazi dedicati a party e presentazioni, decollati gli aerei con gli ospiti internazionali... cosa è rimasto di quest'ultima fashion week? Al di là della consapevolezza che molto spesso moda fa rima con carnevale, sicuramente restano buoni motivi per i quali sorridere e costringersi a tenere le mani sopra il tavolo. Almeno per me è così.

Giorgio Armani fashion show
photo: Marco Piraccini
Incontri fashion show
photo: Marco Piraccini
Marlon Teixeira @ Scervino fashion show
photo: Marco Piraccini
Timothy Cavicchini @ Frankie Morello fashion show
photo: Marco Piraccini
Gucci fashion show
photo: Marco Piraccini
Gucci fashion show
photo: Marco Piraccini
Incontri fashion show
photo: Marco Piraccini
Incontri fashion show
photo: Marco Piraccini 
Dolce & Gabbana fashion show
photo: Marco Piraccini 
Richmond fashion show
photo: Marco Piraccini
Incontri fashion show
photo: Marco Piraccini
Incontri fashion show
photo: Marco Piraccini


lunedì 24 giugno 2013

Gianna nell'anima

Non è facile nè scontato poter ascoltare con lo stesso interesse e con la medesima adesione motiva un'artista raccontarsi e cantare. Ma Gianna Nannini è così: un fiume in piena, un concentrato di vita, esperienze, suoni e dimensioni da dipingere col dialogo e rappresentare col canto. 


Grazie ai festeggiamenti della Milanesiana ho potuto ieri sera partecipare all'incontro tra la Gianna nazionale ed il pubblico nella magica cornice del Teatro dal Verme: dialogo che si è fatto poesia quando la protagonista della serata è stata raggiunta sul palco da Ermanno Olmi


La musica che si racconta, la musica che si spiega: Gianna Nannini è suono, è atmosfera, è azione ma soprattutto emozione, ricerca. Ascoltare dei suoi viaggi, immaginarla cantare mentre impegnata in una scalata in Nepal, quasi sentirne l'eco disperso nella valle per poi ritrovarsi così, in un'intima e sospesa atmosfera, ad ascoltarla mentre scava l'anima di alcune sue canzoni. 


Da una ninna nanna cantata senza strumenti al seguito a quella "Sei nell'anima" che fa parte di noi, del nostro bagaglio esperenziale. Per questo grazie alla musica, a quelle composizioni che di e per Gianna sono un "Inno" all'essere, al fare, ma soprattutto alla verità. Di se stessi, dell'arte, del mondo. Del suono.







domenica 23 giugno 2013

Lionel Messi: dall'intimo alla beneficenza

Devo ammettere che mai nella mia vita avrei pensato di poter scrivere di qualcuno o qualcosa inerente il calcio ma mai dire mai. C'è da dire che, in questo caso, il protagonista di questo post l'ho conosciuto tramite le sue foto in intimo firmato Dolce & Gabbana

photo: Marco Piraccini
Dunque, ecco svelato l'arcano. Lionel Messi, il campione, è stato il vero protagonista della prima giornata di fashion week milanese in qualità di ospite di Domenico Dolce e Stefano Gabbana: problemi col fisco a parte, si sa che quando vogliono, sanno come catturare tutta l'attenzione. 


In questi anni a Milano ho capito che durante la settimana della moda.. sono forse le collezioni dei vari brand ad essere in secondo piano rispetto alle celebrità che i vari nomi della moda riescono ad attirare a sè.

photo: Marco Piraccini
Sicuramente sarà difficile, nei prossimi giorni, superare il goal messo a segno da Dolce & Gabbana. Continuo ad ignorare tutto quello che riguarda Messi tranne il fatto che in fotografia e soprattutto in slip fa miracoli: la realtà è ben più amara. 

photo: Marco Piraccini
Ad ogni modo lode al merito: il campione ha infatti incontrato mille fortunati fans (tra i quali anche io..salvo poi abbandonare la fila a pochi metri da lui per la noia che mi aveva assalito) per autografare t-shirt, libri e calendari realizzati da Dolce & Gabbana con lo stesso Lionel assoluto protagonista. 

photo: Marco Piraccini
Il tutto per beneficenza. Con prezzi che andavano dalle 30 alle 200 euro, il materiale prodotto e venduto era, a mio parere, di un'imbarazzante qualità e gusto ma tant'è: di fronte alla volontà di far del bene è tutto lecito. Insomma: in che squadra gioca Messi?
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini
photo: Marco Piraccini

martedì 18 giugno 2013

Divertiamoci nella Giungla di Paola e Chiara


Non c'è storia: come riescono Paola e Chiara a confezionare hit, ad elaborare il concetto di pop sino a farlo diventare un'esigenza naturale, nessuno mai. Almeno qui in Italia. Mentre l'album "Giungla" raccoglie consensi in ogni dove ed il singolo apripista della nuova era ha raggiunto le vette delle classifiche I-Tunes anche in Spagna e Argentina, le sorelle Iezzi si sono esibite nella cornice del "Papaya Beach Club" (ex Borgo) di Milano per presentare per la prima volta al pubblico la nuova fatica discografica. 

Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccini
hair & makeup: Letizia Maestri
E che pubblico, direi! Nessuno dei presenti, dei tantissimi presenti, ha potuto resistere alla tentazione di ballare e scatenarsi sulle note dei classici quali "Festival", "Viva el amor", "Kamasutra" ma anche e soprattutto di "Divertiamoci", l'ultimo singolo delle Paola & Chiara che per l'occasione è stato presentato sia nella sua versione standard che in quella remix ad opera del bravissimo Nico Romano.



Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
E' stato necessario ribadire più e più volte come, da una hit ad un'altra, fossero passati anche dieci anni.. diciassette per arrivare all'ultimo prodotto: ebbene, credo che quando il concetto di tempo sfugge, accade perché la canzone è entrata a far parte di diritto di una parte di noi, della nostra esperienza; e quando questo accade, nelle rarissime volte in cui un artista è in grado di compiere il miracolo, ciò semplicemente esprime materialmente e concretamente il talento che si tende man, mano a mettere in ombra per paura di peccare di ingenuità se osannato e/o premiato. 

Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
Come recentemente una nota testata giornalistica ha sentenziato, "Paola e Chiara sono clamorosamente brave, oggi più di ieri": lo dimostrano i tentativi di attacco da parte di meccanismi corrotti e poco sinceri, così come, e questo conta ancor di più, l'amore e l'affetto incondizionato di migliaia di persone che da 17 anni sognano, ballano, si divertano sulle note di due ragazze forse pericolose perché indipendenti. Sia mentalmente che professionalmente: dimostrazione lampante di talento puro e non costruito. Ciò da cui la società spesso fugge.

Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
Paola & Chiara & friends
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri
Paola & Chiara live @ Papaya Beach Club
photo: Marco Piraccinihair & makeup: Letizia Maestri